logo1_r
 La Porta di Mignana
vinci1
VINCI, la città natale di Leonardo è situata nel cuore della Toscana, sulle pendici del Montalbano, anticamente terra degli Etruschi e poi "castrum" romano.
IL TERRITORIO  Vinci si trova nel Valdarno Inferiore, sulle pendici nord-ovest del Montalbano, a 30 km. da Firenze, vicino alle maggiori città d'arte toscane: Lucca, Pisa, Pistoia e Siena.
Il nucleo antico, con il castello e la chiesa parrocchiale, sorge su una lieve altura (m.97), mentre l'abitato occupa il declino del colle: varie frazioni sono sparse fra est, sud e ovest.
L'area protetta del Montalbano si estende per 16.000 ettari a nord del Comune fino a raggiungere le città di Montecatini Terme e Firenze. Il paesaggio dominante è quello collinare con la vite che continua ad essere coltivata vicino al piano o in alcuni terrazzamenti, gli olivi diffusi nelle zone più alte ed i boschi di castagni, tipico esempio di vegetazione indotta, sulle sommità.
L'area è particolarmente adatta per passeggiate ed escursioni. Potrete effettuarle grazie ad un estesa rete di percorsi pedonali e ciclabili che raggiungono località collinari immerse nel verde, siti archeologici, boschi antichissimi come il lecceto di Pietramarina.
Non perdete l'occasione di raggiungere la cima del Montalbano. Sul crinale si apre una vista stupenda: da un lato la valle dell'Arno, dall'altro il Pistoiese Fiorentino fino all'Appennio.

castello
timthumb
castellovinci1
CENNI STORICI  La costruzione del Castello risale all'alto Medioevo ed era dominato dai conti Guidi (1164), isolato dal borgo, mantiene l'originario impianto a ellisse (noto alla tradizione popolare come "castello della nave" per la forma allungata che ricorda la sagoma di un'imbarcazione a vela) e in parte è circondato da mura. Nel 1254 fu sottomessa al dominio di Firenze e trasformata in Comune. Situata al confine occidentale dello stato, Vinci fu oggetto di contesa da parte dei nemici di Firenze e visse le vicende che tormentarono la vita politica fiorentina. Nel 1315, sotto le sue mura combatterono le soldatesche di Uguccione della Faggiola; nel 1320-26 Castruccio Castracani; nel 1364 Jona Hakwood, capo delle compagnie di ventura degli inglesi al soldo di Pisa.  Il castello venne restituito al comune di Vinci nel 1919 dal Conte Giulio Masetti da Bagnano. Dal 1953 ospita il Museo Leonardiano. Vari restauri si sono susseguiti negli anni, l'ultimo quello del 1986 per ospitare il nuovo allestimento del Museo Leonardiano.
84356-800x592
frame13